CanicattiNotizie

Tre sorgenti: Nessun accordo sul Cda

I sindaci di Canicattì, Ravanusa e Grotte hanno lasciato l'incontro facendo mancare il numero...

Tre sorgenti: Nessun accordo sul Cda
Nulla di fatto all'assemblea consortile del Tre sorgenti avvenuta ieri tra i sindaci dei Comune che fanno parte dell'ente per l'elezione del Consiglio di amministrazione dopo le dimissioni di Calogero Meli. Nel corso dell'incontro il sindaco di Licata, Angelo Graci, ha avanzato la proposta di Giuseppe Malfitano alla presidenza; candidatura condivisa dal sindaco di Ravanusa, Armando Savarino secondo il quale è un bene nominare un tecnico.

Il sindaco di Canicattì, Vincenzo Corbo, aveva invece chiesto il rinvio della seduta per diversi motivi, tra i quali il debito-credito vantato da Siciliacque e Girgenti acque alla luce della proposta dei Consigli comunali di ridurre i membri del Cda da sette a tre in attesa dell'abolizione degli Ato. Una volta che la sua richiesta non è stata accolta, il primo cittadino, seguito dai colleghi di Ravanusa e Grotte, ha lasciato l'incontro facendo mancare il numero legale.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nave "madre" abbandona barca a pochi metri dall'arenile: è maxi sbarco a Palma

  • Paga una piega ai capelli 150 euro, la parrucchiera: "Non ha voluto resto, mi sono commossa"

  • Amazon a braccia aperte, l'agrigentina Valeria Castronovo: "Ho cambiato vita a 32 anni"

  • Muore al "San Giovanni di Dio", espianto degli organi su una 29enne

  • "Pretendeva tangente da 15 mila euro per garantire la regolarità dei lavori": arrestato funzionario del Genio civile

  • Trovano un portafogli e lo portano alla polizia municipale: hanno appena 13 anni i piccoli già grandi

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento