Canicatti Today

Feto nato morto, i genitori non hanno i soldi per il funerale: interviene il Cav

La coppia di romeni si era già rivolta al Municipio che non ha potuto aiutarli visto che non sono formalmente residenti a Canicattì

Una veduta dell'ospedale "Barone Lombardo" di Canicattì

La coppia di romeni non ha i soldi per i funerali del proprio piccino, un feto nato morto lo scorso 28 febbraio. La salma fino ad ora è rimasta nella cella frigorifera dell'ospedale "Barone Lombardo". I genitori, a quanto pare, si erano già rivolti al Comune per avere una mano d'aiuto, ma il Municipio - trattandosi di una famiglia non residente in città - non ha potuto materialmente erogare un contributo. In queste ore - secondo quanto riporta il quotidiano La Sicilia - è intervenuto il Cav di Canicattì. "Soltanto prima di Pasqua - ha detto al quotidiano il presidente del Cav, Mariella Fazio, - siamo venuti a conoscenza di questa triste storia. Abbiamo incaricato una ditta di onoranze funebri e nei prossimi giorni provvederemo a far seppellire questo sfortunato bambino".

LEGGI ANCHE: Nasce a 27 settimane e muore, feto sottoposto ad autopsia  

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      "Nessun abuso di ufficio nella costruzione di un palazzo", sette assoluzioni

    • Incidenti stradali

      Scontro fra un Suv ed una motocicletta, diciottenne in ospedale

    • Cronaca

      Reclamano il regolare pagamento degli stipendi, volantinaggio degli impiegati davanti al Comune

    • Cronaca

      La Procura continua a svuotarsi: Macaluso lascia l'ufficio, terzo trasferimento in poche settimane

    I più letti della settimana

    • Polizia municipale, si insedia il nuovo comandante

    • Confiscati beni per 250 mila euro ad un imprenditore agricolo

    • Scoperto il casolare dove i cavi elettrici rubati venivano "ripuliti"

    • "Barone Lombardo", stabilizzati i precari: 20 ausiliari in più in servizio

    • "Spaccio di stupefacenti", deve scontare due anni: arrestato 43enne

    • Le auto del Comune lasciate in divieto di sosta, la scoperta fatta dai vigili urbani

    Torna su
    AgrigentoNotizie è in caricamento