CanicattiNotizie

Servizio di igiene ambientale, è guerra aperta tra Comune e ditte

Durante il Consiglio comunale aperto sul tema sono state chiesti provvedimenti contro i privati, valutando anche la risoluzione

(foto ARCHIVIO)

Il Comune di Canicattì sembra pronto a passare alla "linea dura" nei confronti delle ditte di igiene ambientale che oggi gestiscono il servizio. La posizione è stata esposta durante un Consiglio comunale aperto e straordinario, come racconta il Giornale di Sicilia in edicola oggi. "Abbiamo sbagliato nel dare troppo credito al raggruppamento temporaneo d'imprese e ad essere ragionevoli quasi accondiscendenti", son le affermazioni attribuite dal giornale al sindaco Ettore Di Ventura.

Servizi non resi, il Comune chiede 54mila euro alle ditte

Si procederà adesso con contestazioni di inadempienza contrattuale per 260 mila euro ma, dice il quotidiano palermitano, "si potrebbe arrivare.. alla rescissione unilaterale del contratto con richiesta di risarcimento danni morali e materiali e all'immagine di Canicattì". La palla adesso passa all'avvocatura comunale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Trovato morto in casa e con strani segni sul corpo, è mistero sulla morte di un 69enne: Procura dispone autopsia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • Scoppia la lite fra due teenager: una ferita, l'altra denunciata

  • Incidente sulla statale 123, uomo perde controllo dell'auto: estratto dalle lamiere

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento