CanicattiNotizie

Coronavirus al "Barone Lombardo", Pullara: "C'è il rischio di un focolaio, si verifichi"

Il parlamentare vuole conoscere se "vi siano gli estremi per attivare le eventuali azioni consequenziali per negligenza e causato danno"

L'ospedale Barone Lombardo

Casi di Covid19 all'ospedale "Barone Lombardo", il deputato Carmelo Pullara, vice presidente della commissione Salute ha presentato una interrogazione al presidente della Regione e all’assessore regionale della Salute, ritenendo la sussistenza del pericolo che i casi registrati possano portare allo sviluppo di un focolaio epidemico all'interno dell'ospedale che avrebbe messo a repentaglio, a suo dire, "la salute di per sé compromessa dei pazienti oncologici".

Il riferimento è ovviamente all'infermiera risultata positiva al Coronavirus lo scorso 20 marzo. Secondo Pullara, solo tre giorni dopo la conferma della positività del tampone si sono effettuati controlli anche su altri operatori sanitari "con risultati che arrivano il 27 sera ma non comunicati esclusivamente dal sindaco di Licata nel silenzio di tutte le autorità sanitarie di Canicattì ivi compreso il sindaco ed il cui esito ha dato due casi positivi e due sospetti fra gli operatori sanitari cui ripetere l’esame".

Tre casi Covid-19  in reparto, nuova sanificazione e indagine epidemiologica

"L' accaduto - continua Pullara - prevede secondo le linee guida igienico sanitarie l'eventuale sospensione del servizio di oncologia dirottando i pazienti per il trattamento chemioterapico presso l'Uoc di Agrigento da cui dipende lo stesso servizio di oncologia del nosocomio canicattinese, e contestualmente poneva il personale tutto in quarantena facendo effettuare i tamponi con  lettura immediata vista la gravità del caso, invece - prosegue - si è permessa dal 20 al 27 marzo la normale attività del reparto, acquisendo i risultati dei tamponi solamente in data 27 marzo da cui risulterebbero contagiati due dipendenti del servizio di oncologia di Canicattì residenti a Licata".

Tutto questo avrebbe creato, per il deputato, "le condizioni di fare sviluppare un possibile focolaio epidemico all'interno dell'ospedale, mettendo a repentaglio la salute di per sé compromessa dei pazienti oncologici".

Per questo Pullara chiede di sapere dall'Assessorato alla Salute se non si reputi "indispensabile avviare un’ispezione per accertare le dinamiche che potrebbero aver generato un possibile focolaio mettendo a repentaglio sia gli operatori sanitari che i pazienti ed a macchia d’olio la cittadinanza" e se "non vi siano gli estremi per attivare le eventuali azioni consequenziali per negligenza e causato danno e se la vicenda non abbia anche risvolti d’interesse per altre autorità".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La faida sull'asse Favara-Belgio, scatta l'operazione "Mosaico": raffica di arresti, trovate armi

  • Operazione "Mosaico": duplice tentato omicidio, ecco chi sono i 7 arrestati

  • Coronavirus, salgono ancora i nuovi casi in Sicilia: 8 gli agrigentini contagiati

  • Nuova "bomba" d'acqua sull'Agrigentino: strade e ristoranti allagati, albero su auto

  • Il Covid non molla la sua presa: due nuovi casi a Favara, uno a San Biagio e Grotte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): 6 per Agrigento, arrivano i primi tamponi rapidi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento