CanicattiNotizie

Canicattì, rinviati a giudizio due ex dirigenti di banca

L'inchiesta è quella sulla gestione del credito cooperativo San Francesco. L'accusati è d'avere falsificato i bilanci per ingannare soci e risparmiatori, occultando svalutazioni e passività

Banca San Francesco (foto Google Street View)

Il giudice per l'udienza preliminare Stefano Zammuto, accogliendo la richiesta del pubblico ministero Matteo Delpini, ha deciso di rinviare a giudizio due ex dirigenti. L'inchiesta è quella sulla gestione della banca di credito cooperativo San Francesco di Canicattì. Sono stati rinviati a giudizio - in quanto accusati d'avere falsificato i bilanci per ingannare soci e risparmiatori, occultando svalutazioni e passività - Luigi Salvatore Di Franco, 62 anni, di Canicattì, ex vice presidente del Cda dell’istituto di credito, e Domenico Raneri, 63 anni, di Licata, direttore generale della banca. 

La prima udienza del processo, che si celebrerà davanti ai giudici della seconda sezione penale presieduta da Luisa Turco, è in programma il 16 novembre. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Droga, la maxi inchiesta "Creme caramel": al via processo a trenta imputati

  • Cronaca

    Un riberese nel cast de "La compagnia del Cigno", Emanuele: "Il successo non mi cambierà"

  • Canicatti

    "Trasferimento illegittimo di una dipendente", al via processo a due sindaci

  • Cronaca

    Carte d'identità "lumaca", Firetto dispone il potenziamento degli uffici

I più letti della settimana

  • Incidente fra tre auto sulla Agrigento-Palermo: un morto e tre feriti

  • Le case a 1 euro a Sambuca di Sicilia, il sindaco: "Quante richieste, sogno un borgo felice"

  • "Case in vendita a 1 euro" boom di richieste per Sambuca di Sicilia

  • "Notti da Far West", sgominata la gang: 4 arresti e 3 divieti di dimora

  • Gli occhi curiosi e la voglia di conoscere, l'agrigentina Giusy Paci: "Vi presento la mia Parigi"

  • Cammarata è sotto choc, il sindaco: "La statale 189 è la strada della morte, l'Anas riveda e renda sicuro questo tracciato"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento