CanicattiNotizie

Molestie, ingiurie e minacce telefoniche: denunciato un licatese

A denunciare le continue chiamate alla polizia di Stato è stato un commerciante di Canicattì. Gli agenti hanno acquisito i tabulati telefonici ed hanno identificato il presunto molestatore

Una pattuglia della polizia di Stato

Avrebbe chiamato, ripetutamente, al cellulare di un commerciante di Canicattì, ingiuriandolo e minacciandolo. L'esercente commerciale, stanco di queste molestie, ha denunciato tutto alla polizia di Stato.

Gli agenti del commissariato cittadino, coordinati dal vice questore aggiunto Valerio Saitta, hanno avviato le indagini ed hanno acquisito i tabulati telefonici. Sono così riusciti a risalire al numero "molestatore". Numero di telefono che apparterrebbe ad un quarantaquattrenne di Licata che è stato, adesso, denunciato alla Procura di Agrigento.

Il licatese dovrà rispondere delle ipotesi di reato di molestie telefoniche, ingiurie e minacce. Il licatese, a quanto pare, avrebbe fatto le chiamate perché avrebbe avuto una relazione sentimentale con la moglie del commerciante. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Si affaccia al balcone e si masturba: 45enne allontanato per un anno

  • Uno dei migliori direttori di McDonald's del mondo è agrigentino, ecco la storia di Pietro Luparello

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento