CanicattiNotizie

Ludopatia, cresce l'allarme in città: "Raddoppiati i casi"

Il sindaco chiede un incontro con il Ministero e l'assessore regionale per fare fronte all'emergenza

(foto ARCHIVIO)

Gioco d'azzardo patologico, cresce l'allarme a Canicattì. Stando a quanto comunicato dal Municipio, infatti, si sarebbero moltiplicate le relazioni fornite dal Sert e dall’assistente sociale dell’Ente che individuano "un preoccupante incremento sul territorio canicattinese dei casi di gioco d’azzardo patologico". Un aumento che è stato anche quantificato statisticamente: si parla di una crescita tra il 2,5% al 5% del totale dei casi trattati, con un budget annuo di somma giocata di 546 euro, pari a 19 milioni di euro giocate all’anno.

Una situazione particolarmente grave, al punto che il sindaco di Canicattì, Ettore Di Ventura, ha chiesto un incontro urgente al Ministro della Salute, all’assessore regionale e al direttore gen.dell’Asp di Agrigento. In Consiglio comunale attende l'approvazione un regolamento finalizzato alla prevenzione, contrasto e riduzione del rischio ludopatia, ritiene indispensabile un incontro immediato con le suddette Istituzioni nazionali, regionali e provinciali allo scopo di trovare soluzioni integrative ed interventi definitivi, come l’istituzione di centri d’ascolto, di gruppi di lavoro, di tavoli tecnici permanenti per affrontare l’inquietante fenomeno e cercare di condurre i soggetti interessati verso la guarigione da tale patologia oltre che riportare la serenità all’interno delle famiglie di appartenenza.  

Potrebbe interessarti

  • Come trasformare la propria abitazione in un B&B

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

  • La ricetta dei panini di San Calò

  • Come organizzare la grigliata perfetta. Ecco cosa serve per una serata attorno alla brace

I più letti della settimana

  • Andrea Camilleri è morto, si spegne l'ultimo grande della letteratura: lutto cittadino nel giorno dei funerali

  • "Mi ha tradito con Scamarcio", l'empedoclina Clizia: "E' una gogna mediatica"

  • "Una collega mi disse che ero stata puntata, così iniziò il mio incubo": donna accusa direttore di stalking

  • Forza posto di blocco, auto inseguita e fermata: è mistero sui motivi della fuga

  • Si contendono la location: scoppia una maxi lite fra i "paninari" di San Leone

  • I documenti obbligatori da tenere in auto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento