CanicattiNotizie

Disservizi nella differenziata, tutti a rapporto da Di Ventura: "Vengano risolte le criticità"

Tavolo tecnico al Comune, dove hanno presenziato le ditte che si sono aggiudicate il servizio

Il sindaco Ettore Di Ventura, e l’assessore alle Politiche Ambientali, Roberto Vella questa mattina hanno dato vita al tavolo tecnico tra i componenti dell’Aro Canicattì-Camastra e i legali rappresentanti delle Ati Sea Iseda ed Ecoin, ditte che si sono aggiudicate il servizio di raccolta differenziata porta a porta. Oggetto gli innumerevoli disservizi che hanno creato diversi disagi nei due paesi.

Presenti alla riunione il sindaco di Canicattì, Ettore Di Ventura, presidente dell’Aro Canicattì Camastra;  Luigi Lazzaro, segretario generale del Comune di Camastra; Alfio Grassi, dirigente sovraordinato nel suddetto Comune; i commissari straordinari del Comune di Camastra, dottori Fichera e La Paglia; l’assessore alle Politiche Ambientali, Roberto Vella; il geometra Terrasi, direttore tecnico SEA; Mauro Landri, direttore tecnico Iseda; Gianni Mirabile, rappresentante dell’Arti Sea, Iseda ed Ecoin il Diego Martines, direttore operativo del servizio, il geom. Nicolò Costanza, Rup; Angela Carrubba, responsabile Aro e Giuseppe Polizzi, direttore di esecuzione. Nella lunga riunione sono state evidenziate le diverse criticità che si stanno registrando da diverso tempo. Nei giorni scorsi erano state notificate alle Ditte alcune note di contestazione per questi disservizi, in particolare sulle disfunzioni nella raccolta, con specifico riferimento alle utenze non domestiche (attività commerciali, strutture pubbliche ecc.); sull’insufficienza numerica dei mezzi utilizzati e sul fatto che si tratta di macchine datate, sul mancato servizio di spazzamento e di discerbamento, sulla necessità di istituire delle isole ecologiche mobili e di prossimità. È stata evidenziata, inoltre, la necessità di attenzionare le zone periferiche e residenziali e di avere particolare cura al decoro del cimitero comunale. Il sindaco Di Ventura e la commissione straordinaria del Comune di Camastra hanno chiesto, con fermezza, il fedele rispetto del capitolato d’Appalto e dell’offerta tecnica. Per le inadempienze finora registrate verranno applicate le previste penali. Si è concordato, altresì, che ai fini di meglio monitorare l’effettivo svolgimento del servizio di raccolta dei rifiuti verranno effettuati degli incontri, con cadenza quindicinale, tra tutti i responsabili a vario titolo.

"Siamo stanchi di essere accusati di inadempienze che non sono riconducibili a nostre responsabilità - commenta il primo cittadino - è ora che la questione rifiuti venga affrontata con la dovuta serietà e competenza. Le Ditte che si sono aggiudicate il servizio hanno esperienza più che consolidata, ci aspettiamo che le criticità vengano risolte nel più breve tempo possibile, in modo da dare il doveroso decoro urbano sia ai cittadini di Canicattì che a quelli di Camastra”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va a dare da mangiare agli animali e raccogliere verdura: non torna più a casa, 53enne ritrovato morto

  • Transenna della Ztl sull'auto comprata 2 giorni prima: 40enne su tutte le furie

  • Incidente sulla statale Agrigento-Raffadali: una persona in ospedale

  • "Disastro ambientale in via miniera Ciavolotta", imprenditori di mezza provincia l'avevano trasformata in discarica: 44 indagati

  • "Testate all'ex fidanzata per farla abortire", ventunenne rinviato a giudizio

  • Bimba di 9 anni muore per aneurisma cerebrale, atto d'amore dei genitori: donati gli organi

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento