CanicattiNotizie

Grande successo di pubblico al primo festival “La ricerca dei sapori perduti”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Sabato sera, 1 giugno, ha chiuso i battenti l’iniziativa I Festival “La Ricerca dei Sapori Perduti”. Nata da un’idea di Antonio Cani (presidente dell’Associazione La Città Invisibile) e sposata dall’Amministrazione Comunale, dall’IGP col suo presidente Salvatore Lodico, dal direttore del Centro Studi Toniolo, Domenico Licata, dal Presidente CNA Agrigento Francesco Di Natali, dall’imprenditrice Maria Diana, dal pierre Luca Mannarà, dalla scenografa e costumista Dora Argento, da Ignazio Vassallo e Massimo Bruciato per Slow Food, la manifestazione mirava a promuovere e valorizzare il territorio attraverso le tradizioni della cucina siciliana.

Alla kermesse, svoltasi nel pregevole complesso del Centro Culturale San Domenico, hanno preso parte grandi nomi del mondo della letteratura, del teatro, della musica, della gastronomia: gli scrittori Simonetta Agnello Hornby, Gaetano Savatteri e Cetta Brancato, il fumettista Massimo Fenati, il regista Simone Luglio, gli attori Giovanni Carta, Anna Raimondi, Sandro Dieli, Lucia Cammalleri, Giovanni Santangelo, Andrea Di Pasquali, Lillo Zarbo, Alfonso Guadagnino, Alessandra Pizzullo e Valentina Barresi, il sociologo Francesco Pira, il maestro Salvatore Bonafede, Roberta Giuffrida, lo chef stellato Pino Cuttaia, Pippo Bisso.   

Grande partecipazione di pubblico ai vari cammei che hanno arricchito la manifestazione.

“Siamo pienamente soddisfatti dell’ottima riuscita dell’iniziativa – commenta il sindaco Ettore Di Ventura – il cui format ha saputo interessare e coinvolgere diverse fasce della cittadinanza.  

Un grazie particolare a tutti coloro che, a vario titolo, hanno deciso di mettersi in gioco e di collaborare sia nelle fasi propedeutiche che in quelle attuative dell’evento e che, col loro impegno, hanno contribuito a rendere indimenticabile questa due giorni ricca di cultura”.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento