CanicattiNotizie

Va in escandescenze e rompe una bottiglia in testa ad un 25enne: il giovane è in ospedale

I poliziotti sono riusciti immediatamente a bloccare l'autore dell'aggressione: si tratta di un cinquantenne romeno che ha agito in forte stato d'ebbrezza

Avrebbe dato una bottigliata in testa ad un venticinquenne che si trovava, assieme ad alcuni amici, nei pressi di un bar della centralissima piazza IV Novembre. Poi, avrebbe anche aggredito fisicamente il titolare di un esercizio commerciale. Scene da "Far West" quelle che si sono registrate nel pomeriggio di oggi a Canicattì. Subito, in una manciata di minuti, è intervenuta la polizia di Stato. 

Ecco le immagini dei soccorsi

Gli agenti del commissariato di Canicattì sono riusciti a bloccare il cinquantenne romeno che avrebbe agito - per motivi che ancora non risultano essere chiari - in forte stato di ebbrezza alcolica. L'uomo, questo pomeriggio, sarebbe andato in escandescenze e - per motivi, appunto, ancora in corso d'accertamento da parte della polizia - avrebbe rotto una bottiglia in testa ad un venticinquenne. 

Sia il cinquantenne romeno che il venticinquenne ferito alla testa sono finiti al pronto soccorso dell'ospedale "Barone Lombardo" di Canicattì. Il ragazzo è stato medicato e viene tenuto sotto osservazione. Indagini in corso da parte degli investigatori del locale commissariato per delineare l'accaduto. Strettissimo riserbo degli inquirenti.


 

Potrebbe interessarti

  • Il peperoncino: pro e contro

  • Metodi low cost e home made per pulire i tappeti

  • Come trasformare la propria abitazione in un B&B

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

I più letti della settimana

  • "Massacrata a pedate dallo zio", ragazza in gravi condizioni: arrestato 46enne

  • Scopre il tradimento del marito e per strada scoppia il parapiglia

  • "Un fucile a canne mozze in camera da letto", arrestato un insospettabile 25enne

  • "Mi ha tradito con Scamarcio", l'empedoclina Clizia: "E' una gogna mediatica"

  • Le dichiarazioni del pentito Quaranta: "Ecco il consiglio provinciale di Cosa Nostra"

  • Un milanese a Lampedusa, Fabio Gallarati: "Ho lasciato tutto ed ho scelto l'isola"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento