CanicattiNotizie

"Ha rapinato la tabaccheria", fermato l'elettricista 37enne sospettato

Durante la perquisizione sono saltati fuori il collant e gli indumenti verosimilmente utilizzati per travisarsi, nonché un paio di forbici corrispondenti a quelle usate per minacciare la vittima

(foto ARCHIVIO)

C’è un sospettato per la rapina avvenuta martedì scorso nella tabaccheria di via Fasci Siciliani di Canicattì. La morsa delle indagini dei carabinieri, nelle ultime ore, è arrivata a stringere il cerchio. Un trentasettenne è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto. E' ritenuto responsabile di rapina e, dopo le formalità di rito, è stato portato al carcere "Di Lorenzo" ad Agrigento dove dovrà restare in attesa dell'udienza di convalida.

Martedì scorso, un uomo - con il volto travisato da un collant - aveva fatto irruzione all’interno della tabaccheria, facendo vivere attimi di paura al titolare dell’esercizio. L'uomo - alla vista del grosso paio di forbici di cui era armato il rapinatore - è stato costretto a consegnare l’incasso che vi era in quel momento dentro al registratore di cassa: circa mille euro. Poi l’immediata fuga a piedi.

Con il volto coperto e armato mette a segno una rapina in tabaccheria 

I carabinieri della compagnia di Canicattì hanno da subito fatto scattare delle serrate indagini. Dopo aver ascoltato a lungo la vittima, hanno effettuato un accurato sopralluogo sulla scena del crimine, ricostruendo pazientemente i pezzi di un intricato puzzle. Attraverso un identikit, realizzato grazie alle testimonianze acquisite e mediante la visione delle telecamere del paese, i sospetti si sono incentrati su un 37enne del posto, un elettricista.

I militari dell’Arma, a quel punto, hanno fatto scattare un blitz nell’abitazione del sospettato. Nel corso della perquisizione sono subito saltati fuori il collant e gli indumenti verosimilmente utilizzati per travisarsi, nonché un paio di forbici corrispondenti a quelle usate per minacciare la vittima. Ritrovate anche varie banconote per un ammontare di oltre 700 euro. Soldi subito sequestrati perché ritenuti parte del bottino della rapina. Acquisiti i gravi indizi di colpevolezza, i carabinieri hanno sottoposto il 37enne a fermo di indiziato di delitto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • "Sporcaccione, non si buttano qui i rifiuti": scoppia la lite fra due uomini e accorre la polizia

  • Trova portafogli e lo porta in Questura, 70enne non sapeva d'averlo perso: rintracciato

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento