CanicattiNotizie

Brucia l'auto di un lavoratore autonomo, è stato un cortocircuito?

I carabinieri e i vigili del fuoco sembrano privilegiare l'ipotesi accidentale

(foto ARCHIVIO)

Si sarebbe tratto di un incendio dovuto ad un corto circuito. E' questa l'ipotesi investigativa che viene privilegiata per il rogo che, nella notte fra sabato e domenica, ha danneggiato una Bmw posteggiata in via Capitano Ippolito a Canicattì. Sul posto, una volta acquisito l'Sos, si sono precipitati i vigili del fuoco del locale distaccamento e i carabinieri. E' accaduto tutto 17 minuti dopo la mezzanotte. In via Capitano Callea, carabinieri e pompieri sono rimasti fino alle 3,14.

L'auto, a quanto pare, sarebbe di proprietà di un lavoratore autonomo che l'aveva lasciata in sosta per la notte. 

Potrebbe interessarti

  • L'arnica, un rimedio naturale a dolori e infiammazioni

  • Il paddle, lo sport dei vip che è ormai diventato mania

  • Specchio, specchio delle mie brame

  • Il party perfetto di Ferragosto

I più letti della settimana

  • "Prendo il reddito di cittadinanza, voglio rendermi utile": cittadino ripulisce piazza

  • Scooterone finisce dentro un canale di scolo: muore trentenne a causa di un incidente

  • Mafia e massoneria deviata, scatta un altro arresto e un obbligo di presentazione alla Pg

  • Si sente male mentre fa il bagno, tragedia in spiaggia: muore un pensionato

  • Auto investe un ciclomotore e scappa: due 17enni feriti, denunciato automobilista "pirata"

  • Chef Rubio choc su Instagram: "Lampedusa? Bella, ma è anche l'isola della cocaina e mafia"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento