CanicattiNotizie

Brucia l'auto di un lavoratore autonomo, è stato un cortocircuito?

I carabinieri e i vigili del fuoco sembrano privilegiare l'ipotesi accidentale

(foto ARCHIVIO)

Si sarebbe tratto di un incendio dovuto ad un corto circuito. E' questa l'ipotesi investigativa che viene privilegiata per il rogo che, nella notte fra sabato e domenica, ha danneggiato una Bmw posteggiata in via Capitano Ippolito a Canicattì. Sul posto, una volta acquisito l'Sos, si sono precipitati i vigili del fuoco del locale distaccamento e i carabinieri. E' accaduto tutto 17 minuti dopo la mezzanotte. In via Capitano Callea, carabinieri e pompieri sono rimasti fino alle 3,14.

L'auto, a quanto pare, sarebbe di proprietà di un lavoratore autonomo che l'aveva lasciata in sosta per la notte. 

Potrebbe interessarti

  • Come proteggersi dalle zecche

  • Come pulire il box doccia

  • Come eliminare la puzza di sigarette dai nostri ambienti domestici

  • Il miele e le sue proprietà e benefici per la salute

I più letti della settimana

  • L'incidente di Caltabellotta si trasforma in tragedia: è morto il 22enne di Lucca Sicula

  • L'esplosione del mercato di Gela, c'è una vittima: si aggrava la posizione del commerciante di Grotte

  • Si ribalta il trattore e un uomo resta incastrato: il 60enne non è in pericolo di vita

  • Scontro fra auto in galleria nella statale 115: feriti i due conducenti

  • "Adesca ragazzina e tenta di avere un rapporto orale", la scatola nera dell'auto per smentire la vittima

  • Bimbo di 12 anni rischia di annegare, tre bagnini lo portano in salvo

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento