CanicattiNotizie

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Piazzole di sosta trasformate in discarica, dopo il sequestro arriva la bonifica

A sovrintendere alle operazioni di pulizia c'erano anche i carabinieri di Canicattì e del centro Anticrimine natura

 

Prima il sequestro lungo le strade statali 122 ter e 640, in territorio di Canicattì. Nelle ultime ore, la bonifica delle tre differenti piazzole di sosta che erano ricolme di immondizia. A sovrintendere alle operazioni di pulizia - realizzate da personale addetto e incaricato dall'ente proprietario della strada - c'erano anche i carabinieri di Canicattì e del centro Anticrimine natura che avevano collocato, qualche mese fa, i sigilli. 

Il comando provinciale dell’Arma di Agrigento è impegnato, ormai da anni, nel tentativo di fronteggiare il proliferare di discariche abusive, molto spesso contenenti rifiuti speciali e pericolosi: controlli mirati volti a risolvere il problema ed aiutare i cittadini in un percorso di corretto smaltimento della spazzatura.

In questo caso, a Canicattì lungo le statali 122ter e SS 640, in tre differenti piazzole di sosta, i carabinieri avevano trovato prodotti industriali, scarti di lavorazione edile e materiali in disuso. Le tre discariche abusive erano “arricchite” anche da parti di autovetture, pneumatici e contenitori con oli esausti. Ieri mattina, appunto, lo sgombero delle aree alla costante presenza dei carabinieri. 

bonifica discariche con carabinieri-2

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento