CanicattiNotizie

Controlli su strada e in negozi della polizia: raffica di sequestri e multe

Gli agenti del commissariato hanno lavorato con il contributo delle pattuglie del reparto Prevenzione Ccimine di Palermo e della locale sezione della polizia Stradale

Sei auto sequestrate, fra cui anche un veicolo con targa straniera; 25 contravvenzioni per il mancato rispetto del codice della strada, ma anche controlli amministrativi in sei esercizi pubblici che hanno fatto scattare una sanzione amministrativa. Sono questi alcuni dei numeri che compongono il bilancio del controllo straordinario del territorio svolto, negli ultimi giorni, dai poliziotti del commissariato di Canicattì. Controlli disposti dal questore Maurizio Auriemma. 

Gli agenti del commissariato di Canicattì hanno lavorato con il contributo delle pattuglie del reparto Prevenzione Ccimine di Palermo e della sezione canicattinese della polizia Stradale. Due i posti di blocco effettuati e 18 quelli di controllo. Complessivamente sono state controllate 137 autovetture e sono state identificate 304 persone. Ben 24 le persone controllate con etilometro e 24 i controlli effettuati a persone pregiudicate sottoposte a varie misure, 2, infine, le perquisizioni personali e domiciliari a pregiudicati.

Potrebbe interessarti

  • L'arnica, un rimedio naturale a dolori e infiammazioni

  • Il paddle, lo sport dei vip che è ormai diventato mania

  • Specchio, specchio delle mie brame

  • Il party perfetto di Ferragosto

I più letti della settimana

  • "Prendo il reddito di cittadinanza, voglio rendermi utile": cittadino ripulisce piazza

  • Scooterone finisce dentro un canale di scolo: muore trentenne a causa di un incidente

  • Mafia e massoneria deviata, scatta un altro arresto e un obbligo di presentazione alla Pg

  • Si sente male mentre fa il bagno, tragedia in spiaggia: muore un pensionato

  • Auto investe un ciclomotore e scappa: due 17enni feriti, denunciato automobilista "pirata"

  • Chef Rubio choc su Instagram: "Lampedusa? Bella, ma è anche l'isola della cocaina e mafia"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento