CanicattiNotizie

"Rapina e porto illegale di armi", una donna di 32 anni finisce in carcere

L'arresto è stato eseguito dai poliziotti del commissariato di Canicattì. L'arrestata dovrà anche pagare una multa di 2mila euro

FOTO ARCHIVIO

E' stata arrestata e portata in carcere, una 32enne. Si tratta di Isabella Amato. La donna. sorvegliata speciale, è stata riconosciuta colpevole con sentenza definitiva dei reati di rapina aggravata e detenzione e porto illegale ed aggravato in luogo pubblico di armi. I delitti sono stati commessi a Naro nel 2014.

La 32enne è stata condannata alla pena principale, stabilita per i reati commessi, a 3 anni e 2 mesi di reclusione, nonché al pagamento della pena pecuniaria della multa di 2000 euro.

L'arrestata, dopo le formalità di rito, è stata condotta presso la casa circondariale di Agrigento per l'espiazione della pena sopra indicata. Ad arrestarla sono stati i poliziotti del commissariato di Canicattì-

Potrebbe interessarti

  • Formiche in casa: rimedi naturali per eliminarle

  • Come eliminare la puzza di sigarette dai nostri ambienti domestici

  • Il bicarbonato di sodio e i suoi utilizzi in casa

  • Difese immunitarie: come migliorarle con rimedi naturali

I più letti della settimana

  • Colto da un malore mentre si fa il bagno, tragedia a Porto Empedocle: muore un uomo

  • Nuovo colpo a Cosa Nostra, scatta il blitz Assedio: 7 fermi, c'è anche un consigliere comunale

  • Blitz "Assedio", le intercettazioni: "Io ci sono nato mafioso … mi devo vergognare che sono mafioso?"

  • Blitz antimafia "Assedio", ecco i nominativi dei fermati

  • Il pm la scagiona, lei muore poco dopo: la città piange Maria Garufo

  • Ricconi alla Scala dei Turchi, super yacht con scivolo gonfiabile

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento